Finalità

La Rete Nazionale Istituti Tecnici  – Biotecnologie Sanitarie nasce in considerazione delle seguenti motivazioni:

  • l’interesse  per il convegno sulle Biotecnologie sanitarie svoltosi a Gubbio presso l’ITS “Cassata” il 24/04/2012;
  • la volontà dei Dirigenti scolastici e dei docenti presenti alla sessione mattutina dei lavori di detto Convegno, di consolidare  e sviluppare attività di ricerca didattica, basate sul confronto tra realtà scolastiche che operano in ambienti territoriali diversi, di sperimentare innovazioni metodologiche e di rafforzare il curriculum di studio come da normativa in base alle esperienze pregresse di successo in termini di competenze acquisite e spendibili nel mondo del lavoro e nel proseguimento degli studi universitari;
  • l’iniziativa svoltasi presso l’ITIS “Cassata” nel 1999  nell’ambito della quale  già informalmente si costituiva gruppo di lavoro per raccordare diverse esperienze di carattere sperimentale  di corsi di studio ad indirizzo biologico sanitario su scala nazionale;  
  • la necessità di avviare,  potenziare e valorizzare il curriculum neonato delle biotecnologie sanitarie ed ambientali, alla luce anche del confronto delle varie iniziative didattiche progettuali e culturali messe in atto dai singoli istituti nell’ambito della propria autonomia

Le finalità della Rete sono le seguenti:

  • valorizzare il corso di studi di biotecnologie sanitarie e ambientali in termini di competenze certificabili contestualizzandolo al proprio territorio,  per la spendibilità  del corrispondente diploma in campo lavorativo,   arricchendolo  di esperienze  professionali  a respiro nazionale ed internazionale
  • sviluppare attività laboratoriali  di ricerca didattica finalizzata alla messa in campo di nuovi e stimolanti contesti di apprendimento
  • monitorare e valutare  i livelli di competenza mediante definiti modelli  di verifica e valutazione
  • documentare per la più ampia circolazione, anche attraverso rete telematica, ricerche, esperienze, informazioni